24. Metamorphosis Inside: The Fall

CAPITOLO 24. THE FALL

Torna al capitolo 23…

Dopo il primo tentativo fallito di entrare alla Schmoxygen, Jacob e Henie progettano nuovo piano cercando di non lasciare nulla al caso.

Stavolta decidono di usare i droni di Henie. I droni serviranno sia per capire la situazione nell’azienda in termini di sicurezza, sia per distrarre le guardie attraverso dei diversivi creati ad hoc. Però questo giro optano per lasciare a casa Kafka.

…………………………………….

È notte fonda. Henie ha predisposto tre droni lungo il perimetro: due tengono monitorati due lati ciascuno; il terzo è il jolly che gira libero sopra la fabbrica e ha una telecamera olografica integrata in grado di proiettare figure umane nell’ambiente. Questo escamotage servirà per distrarre le guardie.

I droni individuano subito quattro guardie nel perimetro della Schmoxygen; dentro invece sembra che ce ne siano tre piazzate nella sala dei rifiuti di scarto. Negli altri settori lavorano una decina di operai durante il turno notturno.

Uno dei due droni perimetrali riesce presto a identificare il codice di accesso alla porta del magazzino dove si trovano i rifiuti di scarto. Gli è bastato registrare una guardia mentre lo digitava sul tastierino numerico.

È arrivato il momento di azionare la telecamera olografica: a poca distanza da una guardia appaiono due figure umane. La guardia non capisce che sono finte e si mette a urlare, richiamando le altre tre guardie che accorrono.

Henie aziona il pilota automatico del drone Jolly e assieme a Jacob corre verso la porta del magazzino. Sbloccano facilmente l’ingresso ed entrano. L’obiettivo è sempre quello di prelevare un campione dei liquidi di scarto della lavorazione dell’ossigeno per poi analizzarlo e capire se è la causa del loro mutamento.

Dentro il magazzino non ci sono più guardie; sono tutte fuori occupate a rincorrere gli ologrammi. Ma i due devono fare presto perché appena le guardie si accorgeranno che sono solo ologrammi torneranno dentro.

Attraverso una scala a chiocciola Henie e Jacob raggiungono l‘apertura superiore di una delle cisterne. L‘odore è molto forte e pungente. Mentre Henie sta raccogliendo un campione di liquido, dietro a loro appare una sagoma.

Fermi lì! Non muovetevi!!”

Si voltano e vedono una guardia: sono stati ancora una volta beccati! La guardia si scaglia contro Jacob.

Scappa, ci penso io!” urla Jacob a Henie che con un balzo scavalca i due e inizia a correre giù per la scala a chiocciola.

La guardia intanto estrae un teaser ed è pronta a usarlo contro Jacob. Ma quest’ultimo non gli lascia il tempo di azionarlo e lo afferra per il collo. I due cadono a terra e inizia una colluttazione. Jacob sente di essere più forte della guardia ma è trattenuto dal fatto che non vuole causare del male ad una persona che non gli ha fatto nulla.

La guardia gli è sopra ed è intenzionata a tramortirlo con un pugno in pieno volto. Jacob raccoglie tutte le sue forze e con un movimento improvviso lo solleva, scaraventandolo all’indietro. Lì vicino c’è l’apertura della cisterna e l’uomo ci cade dentro. Jacob rimane scioccato per qualche secondo, poi vede la guardia che riemerge dai liquami e con uno scatto si alza e fugge.

CAPITOLO 25

25. Metamorphosis Inside: The Regret