27. Metamorphosis Inside: Delusions of Grandeur

CAPITOLO 27. DELUSIONS OF GRENDEUR

Torna al capitolo 26…

 

E’ stata indetta per le ore 10.00 una riunione straordinaria tra i grandi capi della Schmoxygen. L’argomento principale verte ovviamente sugli ultimi accadimenti e sul contagio della quarta persona.

Tutti i presenti si guardano con grande sospetto: vogliono cercare di capire se è veramente la loro fabbrica la causa di quelle mutazioni. E in caso di risposta affermativa vogliono capire se la cosa è stata accidentale o è stata voluta. E se è stata voluta, chi sono i responsabili.

Dopo le presentazioni di rito, prende la parola l’amministratore delegato, Tommie Callaghan, un uomo sulla quarantina con i capelli brizzolati che per l’occasione indossa un completo gessato verde scuro.

“Abbiamo fatto tutte le analisi possibili sui nostri processi produttivi e sui materiali che vengono scartati. Non c’è nulla che possa essere ricondotto alle mutazioni subite da alcuni cittadini di Gamargas Hill… Le analisi sono state effettuate sia sui liquami di scarto che sulle acque del bacino di confine della città: non sono presenti sostanze tossiche per l’uomo. Dobbiamo ancora capire perché il contagio genera nel corpo dei soggetti delle mutazioni tali da renderli simili ad esseri entomi con capacità fisiche fuori dalla norma.

“Attualmente gli unici due individui di cui abbiamo la certezza della mutazione sono i fratelli Fenton, che hanno subito il contagio attraverso le acque del lago.

“Sappiamo per certo che il nostro dipendente, Jacob Stannard, venuto a contatto con i liquami, ha sviluppato i sintomi del contagio ma di lui ancora non si ha notizia ed è ancora ricercato. Potrebbe essere pericoloso come i due giovani ma potrebbe anche non essere più in città. Le autorità di tutti i paesi sono state allertate.

“Non abbiamo notizie di altri contagi e le zone potenzialmente contaminate sono sotto sequestro.

“La guardia che era in turno la scorsa notte è ora ricoverata in ospedale ma non dimostra segni di alterazione. Viene comunque monitorata costantemente anche dalle forze dell’ordine per evitare una fuga.

“Assieme alle autorità stiamo vagliando l’ipotesi di un sabotaggio da parte di aziende rivali, interessate a installarsi in città sostituendosi alla Schmoxygen. Un’altra ipotesi non confermata è la presenza tra noi di uno o più dipendenti che in maniera non autorizzata impiega i nostri macchinari per esperimenti chimici di varia natura. Se così fosse, questa condotta va bloccata al più presto e vanno individuati i colpevoli. Ne va del futuro della nostra azienda e di tutta Gamargas Hill.

“Ora l’opinione pubblica è totalmente contro di noi ma non possono farci chiudere perché da noi dipende la sopravvivenza della città…”

La riunione si conclude dopo 2 ore con lo stesso clima ostile che si respirava all’inizio.

…..…………………………..

Sono circa le 13 quando l’amministratore delegato Tommie Callaghan si aggira con aria tranquilla tra le cisterne del magazzino 3. I dipendenti lo vedono salire su un soppalco, con aria guardinga. Tiene in mano qualcosa che assomiglia ad un barattolo, ma non si capisce bene cosa contenga.

Di colpo si sente un tuffo seguito da un urlo e i dipendenti si voltano tutti a guardare il punto dove avevano visto l’ultima volta il dottor Callaghan. Da una delle cisterne escono spruzzi di materiale di scarto. Subito tutti si precipitano a soccorrere l’uomo ma quando arrivano in cima alla scala lo vedono galleggiare con il barattolo aperto tra le mani. Dal barattolo sono uscite una decina di vespe che si dimenano nel liquido torbido e denso prima di morire soffocate…

 

CAPITOLO 28

28. Metamorphosis Inside: The Nurse