8. Metamorphosis Inside: The Truth

CAPITOLO 8 . THE TRUTH

 

Torna al capitolo 7…

 

 

La signora Agatha Thompson è alle prese con la preparazione del pranzo. Vede il gatto Kiwi che spalanca gli occhi e rimane fisso a guardare fuori dalla finestra. Intanto per la stanza il canarino Ivvy svolazza irrequieto.

L’anziana donna si avvicina alla finestra per capire cosa ha visto Kiwi che lo ha colpito così tanto. Scorge un ragazzo e una ragazza che camminano velocemente sul marciapiede e riconosce il suo vicino Jacob Stannard dalla corporatura e dall’abbigliamento. Ma la ragazza le è nuova e non è la fidanzata di Jacob.
“Ah questi giovani, cambiano donna come cambiano i calzini!”
La signora Agatha si volta e continua a lavorare in cucina.

……………..……………………………………….

 

“Non ho ancora sentito un grazie da parte tua… sei rimasto così tanto scioccato che non riesci a parlare?”
“Sì ok, grazie, ma devo ancora capire come hai fatto a trovarmi! E soprattutto chi sei e cosa vuoi da me”
Henie abbassa lo sguardo e si schiarisce la voce.

“E’ iniziato tutto un mese fa. Stavo facendo jogging nei pressi del laghetto nella periferia di Gamargas. Era una giornata tiepida e stavo correndo vicino all’acqua. Ad un certo punto ho visto davanti a me una cavalletta che si scaldava al sole. Io ho la fobia delle cavallette, mi sono fermata di botto e non sapevo come fare a superarla…”
“E questo mostro del lago ti impediva di proseguire?” esclama Jacob.

“Ah ah ah spiritoso, dovevi vederla, era enorme. Comunque ho deciso di aggirarla anche se non avevo molto spazio di manovra. Lei si è spaventata e ha pensato bene di saltarmi addosso! Io ho iniziato a dimenarmi e nella foga sono scivolata in acqua. Sono corsa a casa per asciugarmi e non stavo benissimo. All’inizio credevo di aver preso freddo ma il giorno dopo ho iniziato a vedere che il mio volto cambiava. Pensavo di aver preso una brutta malattia ma in realtà le mie capacità fisiche e cognitive sembravano aumentate e mi sentivo una forza enorme.”
“Ma io cosa c’entro in tutto questo? Come hai fatto a trovarmi?”

“Calmo, ci sto arrivando.. Allora io di lavoro faccio il pilota di droni. Per capire da cosa dipendeva il mio cambiamento ho piazzato delle telecamere lungo tutto il perimetro del laghetto per vedere se qualcun altro faceva la mia stessa fine…”

“Ah è così che hai visto quello che mi è successo!” risponde Jacob.
“Esatto, ho visto la tua caduta e ho visto anche che sei dipendente della Schmoxygen. Ti ho sempre seguito negli ultimi giorni.” spiega Henie.

“Quindi dipende tutto dai rifiuti che noi scarichiamo nel laghetto! Sono tossici… Adesso ci siamo contaminati io, te e i due ragazzini invasati che hanno fatto l’incidente in auto. Ma non capisco queste strane trasformazioni. Io e te non siamo proprio uguali.”

“Credo dipenda dall’animale che era attaccato al nostro corpo quando siamo caduti nelle acque tossiche. Io sicuramente mi sono incrociata con quella cavalletta… I due ragazzini sembrano incrociati con qualche pazzo insetto volante. Tu cosa diavolo sei?” chiede Henie.
“Io avevo delle cimici asiatiche nella tuta… cazzo che schifo!!! Sono una cimice…”

CAPITOLO 9

9. Metamorphosis Inside: The Justice