Bia la sfida della magia e gli episodi censurati

Bia la sfida della magia e l’episodio 22 sul suicidio

La serie televisiva anime “Bia la sfida della magia” è composta da 72 episodi ma in Italia non sono stati trasmessi tutti. Sette episodi sono stati eliminati, in quanto troppo cruenti o incentrati su temi scottanti come il suicidio.
Proprio di suicidio parla l’episodio 22 della serie originale, intitolato “When do the Stars fall into the Sea” (Quando le stelle cadono in mare).

Il protagonista: un adolescente in preda alla depressione

Bia è a spasso con i suoi due fratellini e si accorge che un ragazzo sta derubando un altro ragazzo; afferra la pistola giocattolo del suo fratellino e interviene. Bia si accorge che il giovane malvivente è un suo compagno di scuola, appartenente ad una famiglia ricca ma con molti problemi dovuti al rapporto conflittuale con il padre. Grazie al suo intervento e all’uso della magia, riesce quindi a restituire il portafoglio al legittimo proprietario e cerca anche di aiutare il suo amico.

Quattro tentativi di suicidio: riuscirà Bia a fermarli?

Il giovane cerca poi di suicidarsi per ben quattro volte. La prima volta vuole gettarsi sotto un treno ma Bia, sapendo che è depresso, lo ha seguito. Con la magia fa deviare il percorso del treno e il ragazzo riporta solo qualche contusione.

Per precauzione viene però ricoverato in ospedale, dove stavolta cerca di buttarsi da una finestra. Per sua fortuna Bia è nei pressi dell’ospedale, perché lei e una sua compagna di scuola hanno deciso di andare a trovarlo. Ancora una volta lo salva grazie alla magia con un espediente ingegnoso: fa in modo che centinaia di ragni producano una ragnatela simile ad un tappeto elastico, in grado di sorreggere il giovane.

L’amico di Bia prova per la terza volta a suicidarsi, mentre è in ospedale: apre una valvola del gas e attende l’esplosione. Bia è appena stata a trovare il giovane assieme agli altri suoi compagni di scuola e si trova in ascensore, quando sente uno strano odore e il suo sesto senso le fa intuire qualcosa di brutto. Si lancia quindi verso la stanza del ragazzo e chiude la fuoriuscita di gas con i petali dei fiori che erano stati portati in dono.

Il quarto spettacolare tentativo di togliersi la vita

Il quarto tentativo vede il ragazzo sul tetto di un palazzo: sta cercando ancora di suicidarsi. Ai piedi del palazzo tantissime persone, i giornalisti e le forze dell’ordine. Stavolta Bia non ricorre alla magia, ma dialoga con il giovane. Lui però decide di lanciarsi lo stesso e Bia non riesce stavolta ad usare la magia, perchè viene colpita in volto dalla luce di un faro… Ma la fortuna salva il ragazzo: i suoi vestiti rimangono impigliati in una sporgenza dell’edificio e resta appeso. Da una finestra esce un uomo sconosciuto, che va a salvarlo: è suo padre.
I due si ritrovano poi nel corridoio dell’edificio a parlare e si riappacificano. Un episodio quindi a lieto fine, che però fa luce sulla condizione delicata di chi si trova in depressione e che quindi avrebbe potuto influenzare molti adolescenti.

Bia la sfida della magia: l’incontro con il ragazzo fantasma

Grifis e Gatsu: uno sguardo ai co-protagonisti di Berserk