Foggy morning paper, Tarou: Bia si innamora di un fantasma

La scena incriminata dell’episodio “Foggy morning paper, Tarou”

Con l’episodio 66, “Foggy morning paper, Tarou” (Tarou, il postino delle nebbie), siamo arrivati quasi alla fine della serie “Bia la sfida della magia”. Questo è uno degli episodi censurati della serie, a causa di una scena troppo forte per essere mostrata ai bambini: una scena in cui c’è un suicidio, che in realtà non lo è. Andiamo a scoprire la trama.

Bia si innamora di un sogno

L’episodio inizia con un sogno di Bia: la scena è molto romantica e come protagonista c’è un bellissimo principe, che vuole sposare Bia e le porge le mani per farla salire sul suo cavallo bianco… Peccato che, invece di salire sul cavallo, lei finisce per cadere dal letto e si sveglia!

Appena si rialza da terra, vede che la sua camera è avvolta nella nebbia. Si è dimenticata le finestre aperte e fuori l’umidità rende l’aria pesante. Corre a chiuderle e scorge un postino al suo cancello… è molto simile al principe che ha appena sognato. E sapete cosa fa questo strano postino? Invece di consegnare i giornali, li ruba e se li porta via!

Il postino che ruba i giornali

Bia va alla ricerca del postino misterioso che ruba i giornali dalle cassette postali: si reca all’ufficio delle poste centrali ma nessuno sembra conoscerlo. Decide quindi di tendergli un’imboscata: attende l’arrivo del vero postino che consegna i giornali e aspetta che arrivi poi il postino ladro.

Lo segue e lo vede inoltrarsi nel bosco con tutti i giornali rubati. Lo ferma e cerca di conoscerlo e capire perché si comporta così. Si chiama Tarou, è un ragazzo davvero affascinante e Bia rimane colpita dai suoi modi.

Lui costruisce un cappellino di carta con un foglio di giornale e lo mette in testa a Bia. Poi la porta davanti ad un laghetto per farla specchiare. Il ragazzo però scompare all’improvviso, dopo essere rimasto accecato dalla luce del sole che si rispecchia nelle acque del laghetto. Lascia a terra solo il pacco dei giornali.
Bia si porta a casa il cappellino di carta e lo tiene sulla scrivania. Ormai è persa per Tarou!

Le sembianze spettrali di Tarou

L’incontro successivo con il bel giovane avviene di notte lungo un viale alberato: lui ha un corpo spettrale ma Bia non sembra affatto preoccuparsene. La loro romantica chiacchierata viene interrotta da Noa che sopraggiunge a bordo della sua moto e con i fari abbaglia il giovane, che scompare ancora una volta. Perchè a Tarou danno così fastidio le luci abbaglianti?

La prima ad intuire qualcosa è Noa, che cerca di usare la magia per fermare il ladro di giornali: ma i suoi incantesimi non hanno effetto. Corre quindi a chiamare Bia e insieme cercano Tarou. Lo trovano in piedi su un ponte, che sta cercando di… saltare per suicidarsi! Questa è la scena incriminata, per la quale l’episodio “Foggy morning paper, Tarou” è stato censurato.

Il lancio dal ponte e il volo nel vuoto

Tarou si getta veramente dal ponte, tuttavia non muore. Sull’asfalto il suo corpo non c’è. Lì si scopre la verità. Tarou è in realtà morto in un incidente stradale un anno prima. I fari delle automobili e delle moto e le luci abbaglianti gli danno molto fastidio perché gli ricordano il suo incidente.

Ma perché rubava i giornali? La notizia della sua morte era finita sui giornali e il fantasma di Tarou aveva visto sua madre piangere mentre leggeva la notizia. Da quel momento il fantasma di Tarou aveva deciso di portare via tutti i giornali e fare in modo che nessuno li leggesse.

Se nell’episodio 25 “The Phantom Boy”, era stata Noa ad innamorarsi di un fantasma, stavolta tocca a Bia. E il finale non cambia: Bia guarda con occhi struggenti il mare, mentre ripensa a Tarou. Anche lei si è innamorata di una persona che non esiste più.

Bia la sfida della magia: l’incontro con il ragazzo fantasma

Demon City Shinjuku: le porte dell’Inferno si aprono a Tokyo