Mao Dante: i momenti d’amore bollenti tra Ryo e Saeko Kodai

Saeko Kodai alias Medusa: un demone sexy con lo sguardo che pietrifica

Saeko Kodai, alias Medusa, è il personaggio femminile più sexy della storia horror “Mao Dante”, di cui abbiamo parlato in un articolo precedente.

Nei primi episodi dell’anime incontriamo la figura di Saori Utsugi, sorella di Ryo “non di sangue”: Ryo infatti era stato adottato da piccolo. Tra Ryo e Saori c’è un legame più che fraterno, perché a volte scivola nell’erotico. Saori è certamente un personaggio sensuale: una ragazza acqua e sapone, capelli corti, fisico longilineo. La vediamo spesso poco vestita e in certe scene addirittura nuda, come nell’episodio dove viene rapita dalla setta dei satanisti e rischia di essere sacrificata.

Chi è il demone Saeko Kodai – Medusa

Saeko Kodai è il nome con cui la sexy strega fa la sua comparsa nell’episodio 7; è una bellissima ragazza che di lavoro fa la modella. Ma molti secoli prima si chiamava Medusa ed era l’amante del protagonista, il demone Mao Dante.

Il suo potere è quello del personaggio mitologico greco, che si chiamava proprio Medusa. Era un essere mostruoso, in grado di pietrificare chiunque le guardasse negli occhi e veniva raffigurata con la testa piena di serpenti.

Il condottiero greco Perseo riuscì a decapitarla e, per farlo, usò un trucco: invece di guardarla negli occhi, guardò la sua immagine riflessa nello scudo. La leggenda narra che dalla testa mozzata di Medusa uscì il cavallo alato Pegaso.

Medusa e Dante: il loro passato da giovani fidanzati

Ma torniamo al personaggio di Saeko Kodai-Medusa. Nell’anime viene raffigurata come una strega femminile, quasi del tutto nuda, con i capelli rossi svolazzanti.

Nell’episodio 10 Saeko cerca di far tornare la memoria a Ryo e con un flash back ci fa vedere tutto il passato di Ryo-Dante. Un milione di anni fa la Terra era popolata da esseri chiamati demoni, ma poi arrivò una creatura chiamata Dio, che usurpò la Terra ai demoni e la popolò con gli esseri umani.

Al minuto 8:37 vediamo Medusa e Dante quando erano fidanzati; due semplici studenti universitari, che non avevano molta voglia di frequentare le lezioni, ma preferivano passare le giornate a letto assieme.

In queste scene, dopo il momento erotico tra le lenzuola, Medusa corre in terrazzo coperta solo da un asciugamano, se lo toglie e si tuffa nel laghetto sotto la casa. Dante la raggiunge e, mentre sono in acqua, si baciano appassionatamente.

Dante e Medusa separati per sempre

La sorella di Ryo ha tutte le ragioni per essere gelosa di Medusa, che infatti le porta via Ryo. Purtroppo Medusa muore in battaglia per liberare il demone saggio Satana. Però dall’aldilà continua a comunicare con Dante: rassegnata al fatto di essere ormai morta, dice a Dante di salvare Saori e di lasciarsi andare al sentimento di amore che prova per la sua sorella adottiva. Inoltre dona a Dante il potere di pietrificare le persone con lo sguardo, potere che è decisivo nello scontro finale.

Mao Dante, opera incompleta di Go Nagai: ecco come finisce

Jun Fudo da brava ragazza alla trasformazione in Devil Lady