Come é nato Fantaman, supereroe con la faccia da teschio

Fantaman arriva sulla Terra

Fantaman è un anime giapponese che fa la sua comparsa sui teleschermi italiani nel 1981. Ogon Bat (nome di origine del nostro eroe) è un essere dell’antica Atlantide mandato 10.000 anni nel futuro, per difendere la terra dal male che incombe. Al grido di “IL MONDO E’ MIO”, si troverà a fronteggiare il malvagio Dottor Zero, capo di un’organizzazione che vuole conquistare il pianeta.

Questo personaggio è a dir poco pittoresco nell’aspetto e nel vestiario. La testa di Fantaman è a forma di teschio dorato e indossa un abito da cecchino verde e bianco con un mantello rosso. La sua arma è un bastone da mago con in cima un pomello tondo, dal quale può sprigionare un potere indicibile.

L’ispirazione dalla mitologia e dalla scienza

Fantaman nasce dalla mente brillante di due studenti, Takeo Nagamatsu e Suzuki Ichiro. I due ragazzi erano affascinati dalla mitologia giapponese e dalle scienze naturali. Amavano passare le loro giornate al Museo Reale di Ueno a Tokyo, tra sculture affascinanti e rappresentazioni paesaggistiche di maestosa bellezza.

Era il 1931, Nagamatsu e Suzuki disegnarono questo personaggio prendendo proprio ispirazione da quanto visto al museo. Non solo hanno creato il primo supereroe giapponese, ma anche il più longevo della storia.

La cosa più curiosa è sicuramente l’origine del nome del nostro paladino della giustizia. Ogon Bat è infatti nato dall’idea di Suzuki, che lo inventò prendendo spunto dall’allora famoso marchio di sigarette Golden Bat.

Fantaman, maestro di Superman e Batman

Fantaman è davvero un personaggio che ha cambiato la concezione di supereroe e lo ha fatto a lungo nel tempo. In Giappone Ogon Bat iniziò a essere rappresentato sotto forma di immagini in sequenza nei teatrini per bambini degli anni ‘30. Questo tipo di rappresentazioni vide il suo declino alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Ogon Bat era però diventato molto popolare, tanto che il famoso disegnatore Osamu Tezuka decise di trasporlo in albi a fumetti. Nel frattempo in America si stavano facendo strada eroi del calibro di Superman e Batman e molti esperti dissero che fu Fantaman il loro precursore.

Tra gli anni ‘50 e ‘70 uscirono tre lungometraggi di Ogon Bat, l’anime spopolò letteralmente negli anni ‘80 e tuttora (anche in Italia) se ne ammirano le gesta in TV.

Il Dottor Zero, il cattivo più tecnologico delle serie anime

The girl in the rain: Bia alle prese con il mondo dei morti