Il Dottor Zero, il cattivo più tecnologico delle serie anime

Dottor Zero: la trasformazione da brillante scienziato a megalomane

Il Dottor Zero è il principale antagonista della serie anime anni ‘80 Fantaman. Il nome originale è Doctor Erich Nazo. Questo singolare e bizzarro personaggio è una delle menti criminali più brillanti del ventesimo secolo. I suoi importanti successi nel campo dell’ingegneria e delle scienze naturali lo portano a voler sempre di più, fino a bramare la conquista del mondo.

Le origini del personaggio rimangono tuttora avvolte nel mistero. I suoi creatori non hanno mai voluto spiegare da dove venisse realmente, né tanto meno cosa lo spinse a diventare questo spietato uomo/macchina.

Quanto è rimasto di umano in questa macchina perfetta

Il Dottor Zero si distingue da tutti gli altri super cattivi delle serie animate. Partiamo col parlare del suo aspetto fisico (se così si può dire): lo scienziato pazzo si presenta con un armatura in metallo e non possiede la parte inferiore del corpo. Essa è sostituita da una sorta di disco volate (ricorda molto Goldrake), circondata da armi di distruzione, quali raggi mortali e missili di ogni sorta.

La parte superiore del suo corpo è coperta da un enorme abito nero, con un cappuccio dotato di orecchie, che ricordano quelle di un gatto. Altra cosa bizzarra è il fatto che possiede ben quattro occhi, ognuno con diversi poteri. E’ come se gli autori avessero voluto dare al personaggio una sorta di onniscienza, proprio per distinguere l’uomo dalla macchina.

Ma quanto di umano c’è nel Dottor Zero? Non è dato saperlo. Nella serie non lo vediamo mai a volto scoperto, quindi non sapremo mai come lo scienziato sia arrivato ad assumere questa forma di cyborg evoluto.

Dottor Zero e le sue creazioni tecnologiche all’avanguardia

Il Dottor Zero, durante l’incedere della serie TV, crea attrezzature e macchine di qualità sempre maggiore per se stesso e per i suoi scagnozzi. Basti pensare alla sua mano, sostituita da un grosso uncino, con il quale può attaccare da tutte le posizioni.

Il suo quartier generale è stato pensato per spostarsi rapidamente e al contempo per attaccare il nemico. Esso, infatti, si presenta a forma di enorme trivella, che può agire nel sottosuolo ma anche nell’acqua e persino volare.

Altre armi potentissime, che il Dottor Zero crea durante la serie, sono raggi di varia natura: con essi riesce a far sparire persone, riscaldare a dismisura un ambiente o un oggetto, provocare tempeste e disintegrare persone o cose in un lampo.

Una cosa che non gli riesce benissimo è il trasmettere le sue doti di stratega ai subalterni. Fantaman, infatti, li sconfigge uno dopo l’altro: anche se super accessoriati dal nostro scienziato, non hanno alcuna destrezza nel maneggiare tali prodigi della tecnologia.

Come é nato Fantaman, supereroe con la faccia da teschio

The girl in the rain: Bia alle prese con il mondo dei morti