Joe Shimamura: il controverso ma leale leader dei Cyborg 009

Joe Shimamura: dal suo passato difficile trova una nuova speranza

Joe Shimamura è il protagonista principale del fortunato anime Cyborg 009. La serie in Italia è andata in onda nel lontano 1982. Cyborg 009 ha continuato a riscuotere molto successo tanto da portare a un restyling completo nel 2016 per opera di Netflix.

Il cartone individua in Joe Shimamura il suo personaggio di spicco. Il nostro eroe si presenta con un passato alquanto complicato. La madre lo abbandona di fronte a una chiesa quando è solo un neonato. Rimane quindi orfano e viene accolto dal sacerdote della parrocchia che lo tratta come un figlio.

Joe nonostante la presenza di una figura quasi paterna si sente molto solo. Soffre per l’assenza dei genitori che non riesce a ricordare. Viene spesso schernito e picchiato dai bulli del paese e il suo timore più grande è quello di non essere mai adottato.

E’ portato a fare amicizia con gli orfani come lui, tra i quali Yasu che è diventato suo migliore amico. Yasu e altri suoi amici però scompaiono misteriosamente poco prima di essere adottati. Joe scopre poi che i suoi amici sono stati rapiti e trasformati in cyborg dalla Black Ghost. La voglia di rivalsa e il senso di vendetta danno inizio alla sua ascesa da eroe!

Joe Shimamura crede che ci sia una speranza per tutti…o forse no!

Joe Shimamura è molto eroico ma il suo essere compassionevole lo porta a molti problemi. E’ il più giovane dei Cyborg 009 ed è un ragazzo di buon cuore. Crede che anche il nemico più feroce possa essere riscattato. A causa forse del suo passato Joe empatizza con i cyborg nemici e cerca di portali sulla retta via. In diversi casi però fallisce, perché la Black Ghost (che i Cyborg 009 combattono) impiegano modi macabri per fa si che i propri cyborg non li tradiscano.

Joe si fa carico di tutti i problemi e i suoi compagni non sempre condividono. Il suo voler aiutare tutti lo porta a salvare pure i suoi nemici. In alcuni episodi questo suo modo di agire lo conduce a discussioni e frizioni coi suoi alleati. Il risultato è che alcune missioni vengono messe in serio pericolo.

Vai Joe Shimamura… più veloce della luce!

Joe trova la sua forza soprattutto nella rabbia. Il sacerdote che lo ha accolto come un figlio è stato bruciato vivo in casa da un agente della Black Ghost. Questa è la goccia che fa traboccare il vaso: Joe si fa trasformare in un cyborg per combattere questa orrenda organizzazione.

Il suo mutamento gli permette di avere poteri straordinari. Tra questi il più celebre è senza dubbio la modalità di accelerazione. Attivando l’interruttore posto nel suo molare destro Joe può muoversi alla velocità della luce! Quando è in questa modalità può fare letteralmente esplodere i suoi nemici, che risultano ai suoi occhi quasi fermi. Deve stare però attento a non toccare gli umani altrimenti… addio!

Porco Rosso, il pilota antieroe che vola sui cieli italiani

Gun x Sword: western e cowboy incontrano il mondo dei robot