Muzan Kibutsuji di Demon Slayer: l’orrore scende sulla Terra

Muzan Kibutsuji è l’antagonista principale della serie anime Demon Slayer. Lo shonen/horror narra le vicende del giovane Tanjiro, la cui famiglia è stata sterminata da un’entità demoniaca. Non del tutto però, perché la sorella ha subito un destino forse ancor più macabro: è stata mutata a sua volta in un feroce demone.

Demon Slayer è incentrato sulla battaglia a questi esseri infernali, tra sangue e squartamenti di ogni tipo. Tanjiro è in prima linea nei combattimenti ma al contempo si trova a dover fare i conti con la situazione ambigua della sorella.

In tutto questo entra prepotentemente in scena Muzan Kibutsuji. Muzan è il demone supremo, colui dal quale tutto l’orrore sceso sull’umanità ha avuto inizio. La particolarità di questo essere maligno risiede nell’aspetto e nella caratterizzazione.
Muzan Kibutsuji si presenta come un ragazzo di 20 anni taciturno e incurante del prossimo. Non da meriti ai demoni suoi subordinati e mostra sempre un’eccessiva superbia e permalosità.

Basta pochissimo perché si senta offeso. E’ intelligentissimo ma non ammette replica. Con motivazioni opinabili uccide con una efferatezza che mette i brividi. Quando lo fa sembra davvero incurante della situazione, la vede come una giusta punizione, restando quasi divertito da quanto sta compiendo.

Muzan Kibutsuji ha un figlio e una famiglia?

Altra caratteristica di Muzan Kibutsuji in Demon Slayer è la capacità di mutare forma. Può trasformarsi pure in donne e bambini. E’ proprio di bambini e nello specifico di una bambina che vogliamo parlarvi.

Nella sua prima apparizione nel corso dell’episodio anime 7 (il titolo prende proprio il suo nome) Muzan Kibutsuji aggiunge ancora più mistero attorno al suo personaggio. Tanjiro, il protagonista della storia, lo ha riconosciuto tra la folla grazie al suo straordinario olfatto che gli permette di stanare i demoni. Muzan è girato di spalle e Tanjiro è pronto a farlo a fette con la sua spada. Ma c’è un grande colpo di scena.

Muzan si gira e in braccio ha una bambina. Con lui anche una bellissima donna: che sia sua moglie? Tanjiro rimane sbigottito e impietrito. La bambina sembra spaventata ma Muzan la tranquillizza con un “non aver paura”. Quando il momento sembra concludersi con un nulla di fatto ecco che Muzan si rende protagonista. Graffia senza motivo un passante con i suoi artigli. Quest’ultimo in pochi istanti si trasforma e azzanna la sua ragazza! Muzan ovviamente rimane compiaciuto da se stesso e si dilegua tra la folla impazzita.

Ma le domande che ci poniamo sono: la bambina è figlia di Muzan? E’ umana o è un demonio?

Muzan si trasforma in donna ed è ancora più cattivo

Come spiegato nel paragrafo precedente Muzan Kibutsuji ha la capacità di trasformarsi nella forma che gli è più congeniale in base alla situazione. La mutazione che più ci ha catturato è quella in donna.
Questo cambio rende Muzan ancora più spietato. Epica la scena in cui fa fuori in pochi istanti quattro suoi subordinati. Muzan si presenta molto accattivante indossando un chimono elegante, con i capelli neri lisci e unghie smaltate. Suona con armonia una specie di violoncello e tra una nota e l’altra si lamenta dell’insuccesso dei suoi sottomessi.

Una morte più cruenta dell’altra. Uno viene aperto a metà diventando poltiglia, il secondo viene fatto esplodere, il terzo cerca di scappare e Muzan gli mozza la testa. Al quarto viene data una bella graffiata e muore soffocato dal suo sangue.

Credo che vi abbiamo reso l’idea di quanto Muzan Kibutsuji sia un cattivo sopra le righe, da scoprire episodio dopo episodio. Sopratutto speriamo di avervi messo curiosità su Demon Slayer: ottimo anime per arrivare carichi al giorno di Halloween.

Come è nato Monokuma di Danganronpa, l’orsetto malefico

D Gray-Man: ecco a voi lo scontro tra esorcisti e demoni!