The Lost Anime

2020 The Lost Anime Blog Logo

The Lost Anime

Recensioni, News e Curiosità Su Manga, Anime, Cartoni Animati

Inserisci il nome del manga, anime o personaggio, ad esempio “kenshiro” o “candy candy”. Non inserire troppe parole o frasi.

La nostra recensione di Great Pretender di Netflix

Il finale della serie anime commedio-poliziesca “Great Pretender” è in arrivo su Netflix il 25 novembre.
La serie, che conta in totale 23 episodi, è suddivisa in quattro capitoli o “casi”. I primi tre si intitolano “Legame a Los Angeles” (episodi 1-5), “Il cielo di Singapore” (episodi 6-10) e “Neve su Londra” (episodi 11-14) e sono approdati sulla piattaforma Netflix nell’estate del 2020.
Il quarto caso “Wizard of Far East” è disponibile dal 25 novembre 2020 e copre gli episodi dal 15 al 23.
Andiamo ora a scoprire qualche dettaglio in più su questa produzione.

Recensione di Great Pretender di Netflix: tributo a Lupin e Freddie Mercury

Le musiche e la sigla di apertura di Great Pretender di Netflix sono di Yutaka Yamada. La sigla finale invece è “The Great Pretender” (1987) di Freddie Mercury, realizzata durante la sua carriera solista senza i Queen.
La canzone è una cover di un brano del gruppo vocale statunitense The Platters del 1955.
E’ la prima volta che un brano di Freddie Mercury viene usato come soundtrack per una serie anime e gli da addirittura il titolo.
A partire dalla serie è stato prodotto anche un adattamento manga di Daichi Marui, pubblicato sulla rivista Mag Comi da giugno 2020.

Lo studio di animazione di Attack on Titan dietro a Great Pretender

Lo studio che ha lavorato al progetto è Wit Studio, con la direzione di Hiro Kaburagi. Lo scrittore è Ryōta Kosawa.
Wit Studio è attivo dal 2012 ed è famoso per gli adattamenti anime di “L’attacco dei giganti” (2013) e “Seraph of the End” (2015).
Con Great Pretender il team di lavoro ha voluto creare una serie che potesse piacere anche a chi non ama gli anime. L’opera attinge molto allo stile di Lupin III. Il gruppetto di truffatori protagonisti ci ricorda molto Lupin, Margot/Fujiko, Jigen, Goemon.

I personaggi di Great Pretender

Makoto Edamura “Edamame”

Edamura è il protagonista della serie. E’ un ragazzo davvero sfortunato. Suo padre ha un passato da avvocato e nello stesso tempo truffatore criminale e trafficante di esseri umani. Lui stesso si ritrova a lavorare per aziende prive di scrupoli e dedite alle frodi. Sua madre è malata e Makoto ha sempre bisogno di soldi per curarla.
Le coincidenze della vita lo portano allora a intraprendere davvero il mestiere del ladro truffatore alle dipendenze dell’anziano Kudo.
Makoto ha l’aspetto di un giovane dai capelli castani, senza tratti fisici caratteristici. Ha però una grande considerazione di se stesso e si crede un abile truffatore. Anche se poi, di fronte a Laurent Thierry, dovrà ricredersi.

Laurent Thierry

Di origini francesi, alto e biondo, è uno dei più famosi truffatori al mondo. Ma è anche un ladro gentiluomo in stile Robin Hood, che prende di mira solo i ricchi e cerca di redimere le vittime delle truffe. Il suo grande amore è una donna di nome Dorothy.

Abigail Abby Jones e Cynthia Moore

Abigail Jones è una donna affascinante e longilinea ma di poche parole, che viveva a Bagdad. Da piccola si divideva tra la passione per la danza e l’uso delle armi. Dopo un bombardamento alla sua città è rimasta orfana ed è emigrata all’estero. Ora lavora al seguito di Laurent.

Anche Cynthia Moore è una bella donna al seguito di Laurent. Il suo passato da attrice di teatro le permette di essere una brava manipolatrice.

Ma cosa succederà nei prossimi episodi? E a che punto è la storia? Scopriamolo nel prossimo articolo.

Gli episodi di Great Pretender: cosa succede nel finale?

I personaggi di Blood of Zeus: Heron è Hercules?

The Liberator tra le nuove uscite Netflix di Novembre 2020

La nostra recensione di Borat 2 su Amazon Prime Video

 

error: Content is protected !!