The Lost Anime

2020 The Lost Anime Blog Logo

The Lost Anime

Recensioni, News e Curiosità Su Manga, Anime, Cartoni Animati

Inserisci il nome del manga, anime o personaggio, ad esempio “kenshiro” o “candy candy”. Non inserire troppe parole o frasi.

Le 20 più famose serie anime giapponesi con robot giganti

In questo articolo facciamo una carrellata delle 20 più famose serie anime giapponesi con robot giganti. Dagli anni ‘70 ci tengono incollati al televisore e sono tuttora sulla cresta dell’onda. Andiamo a scoprirli insieme in un vero e proprio tuffo nei ricordi.

Le serie anime giapponesi con robot giganti

1. Mazinga Z (1972)

1 mazinga z

Mazinga Z è la prima serie anime del maestro Go Nagai trasmessa nelle televisioni occidentali. In Italia arriva solo nel gennaio del 1980 e purtroppo castrato di molte scene. Solo nel 2015 la Yamato Video ci ha regalato l’opera curata e completa. Mazinga Z nasce da un’idea all’epoca rivoluzionaria: una semplice auto può trasformarsi in un robot dotato di braccia e gambe.

2. Ufo Robot Goldrake (1975)

2 ufo-robot-goldrake

Ufo Robot Goldrake pur essendo nato dopo Mazinga è la prima serie sui robottoni trasmessa in Italia. Conosciuto anche con il nome di “Atlas: Ufo Robot” si colloca come terzo in un fantasiosa trilogia composta da Mazinga Z, Il Grande Mazinga e appunto Ufo Robot Goldrake.

3. Jeeg Robot d’acciaio (1975)

3 jeeg-robot d'acciaio

Protagonista di Jeeg Robot d’acciaio è il giovane Hiroshi. La sua moto si trasforma nella testa dell’invincibile Jeeg. Un robot esteticamente molto sgargiante, con un giallo che domina nella sua possente armatura.

4. Yattaman (1977)

4 yattaman robot

Yattaman è un anime dove l’ironia ne fa da padrona. Quasi quasi quando lo si guarda viene voglia di tifare per la cattiva Miss Dronio e i suoi scagnozzi! Un robot improbabile con la testa da cane completa un’ opera divertentissima e imperdibile.

5. Vultus 5 (1977)

5 vultus 5

Tadao Nagahama dirige Vultus 5, il secondo capitolo di una trilogia tutta robot aperta da Combattler V e chiusa da Genaral Daimos. Purtroppo l’autore muore nel 1980, tre anni dopo la creazione di Vultus 5, causa epatite. Ci lascia una serie violenta e drammatica che raggiunge in Italia picchi d’ascolto altissimi (58% di share).

6. Daitarn 3 (1978)

6 daitarn 3

Daitarn 3 nasce dal genio di Yoshiuki Tomino. L’anime spazia dal caciarone e gag esilaranti a scene da cardiopalma e da fiato sospeso. Robot amato dai maschietti ma anche dal pubblico femminile. Merito forse del protagonista Haran Banjo: una vera e propria icona sexy del mondo anime.

7. Mobile Suit Gundam (1979)

7 mobile suit gundam

Yoshimino Tomino continua a cavalcare il successo ottenuto con Daitarn 3 e ci sforna Mobile Suite Gundam. Un cartone che ha rivoluzionato il mondo dei robot. Le sue movenze sembrano essere quasi “umane” e c’è una precisa volontà di dare spazio a macchine riprodotte con una minuzia di particolari tali da renderle quasi “realistiche”.

8. Daltanious (1979)

8 daltanious

Se pensiamo a Daltanious la prima cosa che ci viene in mente è l’enorme testa di leone al centro del petto del robot. Curioso il fatto che il suo nome sia ispirato a quello del moschettiere D’Artagnan, famoso spadaccino dell’opera letteraria di Alexandre Dumas “I tre moschettieri”.

9. Baldios (1980)

9 baldios

Baldios è un anime dai toni cupi. I salti spazio temporali sono protagonisti insieme ad un robot dalle fattezze maestose. Anche qui abbiamo un protagonista che ha fatto breccia nel cuore delle telespettatrici: Marin Reigan. Occhio Haran Banjo… qui hai un degno rivale!

10. Megazone 23 (1985)

10 megazone 23

Megazone 23 è un’opera dallo sviluppo travagliato. Doveva essere una serie a puntate, ne sono usciti invece tre OAV. Non fatevi ingannare: Megazone 23 merita di essere visionato. Mondo post-apocalittico, character design impeccabile e storia intrigante. Qui umanità e robot si mescolano e la loro convivenza risulta non semplice.

11. Robotech (1985)

11 robotech 1985

Robotech è composto da 85 episodi e ci mostra un robot “componibile”. Quattro piloti con altrettanti mezzi che convogliano in uno solo. Un robot dalle sembianze umane che lotta contro gli invasori alieni. Che siano Zendradi, Signori di Robotech o Invid, ogni serie che compone l’opera ci pone di fronte a nemici sempre un passo avanti agli umani nel campo della tecnologia. E’ qui che il robot ci dimostra che si possono oltrepassare i propri limiti.

12. Power Rangers (1993)

12 megazord power rangers

Power Ragers nasce negli anni ‘90 ma continuano ad uscire nuove serie. Il recente film del 2011 denota l’intramontabile affetto intorno all’opera. Il Megazord nasce dall’unione dei Rangers. Sembra un elemento quasi accessorio nella serie ma è colui che decide ogni contesa. La serie è statunitense ma si basa sul rimaneggiamento di serie giapponesi.

13. Neon Genesis Evangelion (1995)

13 neon-genesis-evangelion

In Neon Genesis Evangelion il quattordicenne Shinji Ikari viene scelto per pilotare un gigantesco mecha per combattere dei misteriosi esseri chiamati angeli. Questi hanno letteralmente invaso Neo Tokyo. Una serie davvero complessa, matura e con una introspezione di ogni personaggio quasi maniacale. A breve uscirà il quarto e ultimo film.

14. Full Metal Panic! (1998)

full metal panic

Full Metal Panic! è ambientato nell’ex Unione sovietica. Sosuke Sagara è un mercenario che combatte in una continuazione della famosa guerra fredda. Ci troviamo di fronte a enormi mecha, in un mondo dove il processo tecnologico si evolve a gran velocità.

15. Gun × Sword (2005)

gun x sword

Gun x Sword ha la peculiarità di essere un western ambientato nel futuro. Vendetta, sparatorie e robot ultra avanzati… cosa possiamo volere di più?

16. Code Geass (2006)

16 code geass

Code Geass ci porta in una guerra tra Britannia e Giappone. Il Geass è centrale nell’anime: è un potere che permette di soggiogare le persone con il solo contatto visivo. Il cartone ha uno stile che ricorda molto il gotico e la rappresentazione dei robot non lascia indifferenti. La serie è attualmente recuperabile su Netflix.

17. Transformers (2007)

17 transformers anime

Si potrebbe parlare di Transformers per ore ed ore. Si contano svariate serie d’animazione TV realizzate in co-produzione nippo-americana e al cinema sono usciti tantissimi film tratti dal cartone. Gli Autobot sono la fazione buona con Optimus Prime a capitanarli. Dall’altra i Distructor del temibile Megatron. Ognuno dei robot ha coscienza propria, il loro animo è decisamente molto vicino a quello della razza umana.

18. Captain Earth (2014)

captain earth

Captain Earth inizia quando Daichi Manatsu durante una ripresa TV vede un alone strano che ricorda un arcobaleno. Gli sembra qualcosa di familiare e si reca sull’isola dove è avvenuto il fenomeno. E’ lì che incontra Earth Engine, un gigante robot che sceglie Daichi per farsi pilotare.

19. Voltron (2016)

19 voltron Le 20 più famose serie anime giapponesi con robot giganti

Voltron nasce nel 1983 in America dall’unione di due serie di anime televisivi giapponesi: Golion e Armored Fleet Dairugger XV, entrambe prodotte dalla Toei Animation. Abbiamo voluto inserirlo con la data del 2016 in quanto ha subito un remake proprio in quell’anno. E’ visibile su Netflix e ci mostra cinque robot dalle sembianze di leone che insieme formano il possente Voltron. Spade giganti e raggi laser… imperdibile e personalmente uno dei miei robot preferiti.

20. Darling in the Franxx (2018)

20 DARLING_in_the_FRANXX

Finiamo questa carrellata delle serie anime giapponesi con robot giganti con Darling in the Franxx. Qui troviamo dei nemici chiamati stridiosauri. Per combatterli il piccolo Hiro e la squadra a difesa plantation 13 vengono dotati di enormi robot che si chiamano Franxx. Cosa curiosa, questi mecha possono essere pilotati solo da bambini.

Che cos’è il progetto 2501 di Ghost in the Shell?

Drifting Dragons arriva su Netflix: la nostra recensione

Il principe Sirius di Vultus 5 sconfitto da una donna

Il finale di Daitarn 3: il mistero su Haran Banjo

 

error: Content is protected !!